Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COVID-19: informazioni importanti in Giordania (agg. 8.10.2020)

Data:

08/10/2020


COVID-19: informazioni importanti in Giordania (agg. 8.10.2020)

AGGIORNAMENTO

In considerazione di un nuovo aumento dei casi di coronavirus COVID-19, il Governo giordano sta rafforzando le misure eccezionali assunte per contrastare la diffusione della pandemia anche attraverso l’imposizione di chiusure totali (lockdown), a carattere anche locale o temporaneo. Dal 9 ottobre e fino a data da destinarsi si applica un lockdown totale nei fine settimana (da mezzanotte del giovedi’, fino alle 06:00 della domenica). Resta sempre valido il coprifuoco notturno quotidiano tra le 01:00 e le 06:00. Pertanto:

  • è confermato l'obbligo di rimanere in casa nelle fasce orarie/giornaliere indicate;
  • gli autoveicoli possono circolare con un massimo di due persone a veicolo;
  • dal 6 giugno è nuovamente consentita la circolazione tra Governatorati; ma potrebbero essere imposte limitazioni alle zone considerate focolai;
  • potebbero essere decretate giornate di coprifuoco totale in alcune aree/citta'del Paese;
  • nei locali pubblici e negli esercizi commerciali è obbligatorio usare mascherine e guanti e mantenere una distanza di almeno 1,50 metri tra una persona e l'altra; sono in ogni caso vietati assembramenti di persone;
  • nei trasporti pubblici (autobus, taxi, Uber e Careem) è obbligatorio usare precauzioni anti-contagio (mascherine, posti alternati nei bus, massimo un passeggero per taxi e affini);
  • per ogni emergenza sanitaria occorre avvertire il Public Security Directorate (PSD) o il Civil Defense Directorate (CDD), che prenderà le misure necessarie;
  • ogni violazione sarà punita con multe (ad es. mancato uso dei dispositivi di protezione), il sequestro dell'autoveicolo e pene detentive nei casi più gravi.

L’aeroporto internazionale Queen Alia di Amman e i valichi di frontiera sono riaperti a partire dall'8 settembre, nonostante l'effettiva operatività sia ancora minima e la disponibilità di voli commerciali molto esigua, nel rispetto di una serie di condizioni:

- registrarsi sulla piattaforma https://www.visitjordan.gov.jo/

- munirsi di esito negativo di un test PCR effettuato al massimo 5 giorni prima della partenza;

- sottoporsi a un nuovo test PCR in arrivo (a proprie spese).

 
A partire dal 29 settembre, all’arrivo sarà richiesto di sottoporsi a un periodo di isolamento domestico la cui durata varia secondo il Paese di provenienza. In provenienza da un Paese classificato “verde” o “giallo” la durata sara’ di 7 giorni, da un paese “rosso” di 14 giorni. La classificazione dei Paesi viene rivista ogni 14 giorni e si puo’ consultare sul sito www.visitjordan.gov.jo.

Prima dell’arrivo nel Paese occorre registrarsi sul portale https://www.visitjordan.gov.jo/ e scaricare sul proprio dispositivo mobile l’App “Aman” per il tracciamento.

Per i non giordani è richiesta l’assicurazione sanitaria che copra per la durata del soggiorno.
Per ogni ulteriore dettaglio su procedure, prezzi e modalita’ di pagamento e’ possibile consultare il portale https://www.visitjordan.gov.jo.
Qualsiasi viaggiatore che fornisca informazioni false o scorrette può essere soggetto a una multa fino a un massimo di 10.000 JOD.

ULTERIORI MISURE GOVERNATIVE

  • Diversi uffici e servizi pubblici risultano ancora chiusi o sospesi.
  • I ristoranti e i caffè sono operativi solo in modalità "take-away"
  • Scuole e università per la maggior parte sono tornati all'apprendimento a distanza, mentre cinema, teatri e centri culturali restano chiusi.
  • La possibilità di visitare pazienti ricoverati in ospedale è sospesa.
  • I luoghi di culto sono chiusi.
  • Sono rafforzzati i controlli su ogni forma di assembramento (massimo 20 persone, rispetto delle precauzioni sanitarie distanziamento, uso dei dispositivi di protezione invdividuale).
  • Sono stati istituiti campi di quarantena alle frontiere terrestri per i cittadini giordani di rientro in patria.
  • Per quanto riguarda i campi profughi siriani di Zaatari e Azraq, è stato disposto il divieto di ingresso, uscita e assembramento al loro interno. In collaborazione con UNHCR è garantita la continuità dei servizi essenziali, inclusi quelli sanitari.
  • È stata istituita una Cellula di Crisi dedicata all’emergenza e alla comunicazione. La diffusione di notizie false e/o allarmanti è sanzionata con l’arresto.
  • Il Governo giordano potrebbe introdurre ulteriori misure restrittive in virtù dei poteri eccezionali disposti dalla Legge di Difesa nazionale.

***

Si consiglia a tutti i connazionali presenti in Giordania di consultare regolarmente il sito Viaggiare Sicuri.

 

Focus: Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia

Q&A per viaggiatori da/per l'Unione Europea

 

***

Sostieni la Protezione Civile nella lotta al coronavirus

E' possibile contribuire con una donazione alle seguenti coordinate:
Banca Intesa Sanpaolo Spa
Filiale di Via del Corso, 226 - Roma
Intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.
IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387
BIC: BCITITMM
Causale: COVID19

***

Per tutte le informazioni su prevenzione, misure di contenimento in Italia e situazione in Giordania si consiglia in generale di fare riferimento alle seguenti pagine ed informazioni:

1. Informazioni su virus e malattia, sintomi, prevenzione e trattamento

Approfondimento del Ministero della Salute

FAQ - Covid-19, domande e risposte

Raccomandazioni per la prevenzione

Servizio Whatsapp dell'Organizzazione Mondiale della Sanità in Giordania:

L'OMS ha reso disponibile un servizio informazioni Whatsapp con gli ultimi aggiornamenti sul COVID-19 scrivendo:
- inglese, scrivere "Hi" al numero +41 79 893 18 92 su WhatsApp > wa.me/41798931892?text=hi
- arabo, scrivere "مرحبا" al numero +41 22 501 70 23 su WhatsApp > wa.me/41225017023?text=مرحبا
- francese, scrivere "Salut" al numero +41 22 501 72 98 su WhatsApp > wa.me/41225017298?text=salut
- spagnolo, scrivere "Hola" al numero +41 22 501 76 90 su WhatsApp > wa.me/41225017690?text=hola

 

2. Informazioni sulle misure di contenimento in Italia

Raccolta degli atti recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 (Gazzetta Ufficiale)

Protezione Civile: attività messe in campo

Viaggiare Sicuri - Focus Coronavirus

***

Modulo di autocertificazione sui motivi del viaggio

 

3. Informazioni sulla situazione Covid 19 in Giordania

SITUAZIONE SANITARIA

Il Ministero giordano della Sanità e l’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno confermato la presenza di diversi casi contagio da Covid-19 (c.d. nuovo coronavirus). È verosimile che il numero dei contagiati possa ancora crescere nei prossimi giorni.

MISURE PRECAUZIONALI

Al fine di prevenire la diffusione del virus, le Autorità giordane hanno adottato una serie di misure precauzionali (vedi sopra, sezione AGGIORNAMENTO). In considerazione del rapido evolversi della situazione, e in linea con la generale raccomandazione sui viaggi dall’Italia presente sul sito Viaggiare Sicuri, si suggerisce di evitare per il momento viaggi che non siano strettamente necessari.

In caso di viaggi indifferibili, si raccomanda la stipulazione di un’adeguata polizza assicurativa sanitaria.

In caso di febbre alta e sintomi riconducibili al Covid-19

  • Si consiglia di non uscire di casa o dall’hotel e di indossare una maschera in presenza di altre persone.
  • Va immediatamente contattato il medico dell’hotel dove si è ospitati (oppure, per i residenti, il proprio medico di fiducia). Il medico effettuerà al telefono una prima valutazione e, solo su sua indicazione, queste Autorità sanitarie indicheranno le modalità per effettuare un test gratuito. L’Ambasciata d’Italia non può chiedere di effettuare i test. In caso di difficoltà nei contatti con i dottori locali, è possibile rivolgersi al numero di emergenza dell’Ambasciata per ricevere ulteriori indicazioni sui passi da effettuare. È possibile altresì contattare due laboratori privati che, al costo di 70 dinari giordani, eseguono i test a domicilio (MedLab 0798700666 / 0788700666 / 0778700666 – BioLab 0795907000).
  • Dal 29 marzo si può altresì contattare i seguenti ulteriori laboratori privati:
    • Sultan Laboratories;
    • Precision Medical Laboratories;
    • Mega Laboratories;
    • The Specialty Hospital.
  • In caso di esito positivo, è previsto il ricovero d’urgenza in uno degli ospedali pubblici che sono stati individuati allo scopo. Non è possibile rivolgersi a strutture diverse (in particolare se private) diverse da quelli specificamente preposte al trattamento del virus.
  • Inoltre si segnala il servizio di sostegno psicologico anche per persone in isolamento e quarantena a cura di International Medical Corps (07 95785095, in lingua inglese).

Aggiornamenti e assistenza a cura della Autorità sanitarie locali
Il Ministero giordano della Sanità ha attivato i seguenti numeri utili: +962 (0)778410186 (in inglese) +962 (0)65004545 (in arabo), e la linea 111 “Ask about Corona”.

Gli ospedali autorizzati a trattare i casi di covid-19 sono:

    • Al Bashir Hospital – Amman 06 4791000
    • Jordan University Hospital – Amman 06 5353444 ex.2172
    • Prince Hamzah Hospital – Amman 06 5053826
    • Zarqa New Public Hospital – Zarqa 05 3758200 ex.2001
    • King Abdallah University Hospital – Irbid 02 7200607
    • Karak Public Hospitak – Karak 07 95469457
    • Prince Hashim Military Hospital – Aqaba 03 2092048

Alcuni ospedali privati sono stati recentemente abilitati a ricevere pazienti Covid:


- Al-Essra Hospital (06 530 0300),
- Istiklal Hospital (06 565 2600).
 

Link utili:

Viaggiare Sicuri – Scheda Giordania

Ministero della Sanità giordano – Portale Coronavirus


769