This site uses technical, analytics and third-party cookies.
By continuing to browse, you accept the use of cookies.

Preferences cookies

Lanciato il progetto di TWINNING NEL SETTORE DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO

Lo scorso 27 gennaio si è svolta ad Amman la Conferenza di lancio del progetto di Twinning nel settore dei beni culturali e del turismo, intitolato “Strengthen the institutional tourism system in Jordan by enhancing the capacities of the Ministry of Tourism and Antiquities”, che vede la partecipazione di un consorzio italiano di eccellenza composto da MiBACT, Formez PA, Regione Toscana, Provincia di Firenze e Comune di Firenze. 

Nell’ambito del programma dei gemellaggi amministrativi (Twinning), finanziato dall’Unione Europea nel più ampio quadro dello strumento di vicinato “European Neighbourhood and Partnership Instrument” (ENPI), lo scorso 27 gennaio si è svolta ad Amman la Conferenza di lancio del progetto di Twinning nel settore dei beni culturali e del turismo, intitolato “Strengthen the institutional tourism system in Jordan by enhancing the capacities of the Ministry of Tourism and Antiquities”. All’evento sono intervenuti il Ministro giordano del Turismo e delle Antichità, S.E. Nidal Mardi Al Qatamine, l’Ambasciatore dell’Unione Europea in Giordania, S.E. Joanna Wronecka, l’Ambasciatore d’Italia ad Amman, S.E. Patrizio Fondi, e il Sindaco della Grande Amman, Aqel Biltaji, già Ministro del Turismo e delle Antichità dal 1997 e dal 2001. 

 


Obiettivo principale del progetto, con una dotazione finanziaria di circa 1,1 milioni di Euro e una durata di 18 mesi, è quello di rafforzare le capacità strategiche e operative dell’ente beneficiario – il Ministero giordano del Turismo e delle Antichità – nel promuovere politiche e azioni coordinate di sviluppo del settore, nel pianificare e sviluppare un efficace “product-mix” per l’industria turistica, sfruttando strumenti tecnologicamente innovativi per una migliore promozione a livello internazionale del territorio e del patrimonio culturale giordano.


Un aspetto interessante di questo gemellaggio, particolarmente apprezzato dalla controparte giordana, è la presenza di istituzioni italiane sia a livello nazionale che locale: il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) in qualità di capofila, insieme a Formez PA, Regione Toscana, Provincia di Firenze e Comune di Firenze. Ciò permetterà di sfruttare una variegata gamma di esperienze e buone pratiche calibrate sui differenti livelli amministrativi del Paese beneficiario (centrale e locale). 


Confermando l’attiva partecipazione dell’Italia ai progetti di Twinning amministrativo in Giordania (dopo i settori delle dogane, dell’agricoltura e delle telecomunicazioni), il progetto contribuirà anche a rafforzare le eccellenti relazioni bilaterali in campo culturale, rilanciate dalla recente visita ad Amman del Ministro Massimo Bray e dalla sigla di un importante Protocollo d’Intesa per la coperazione bilaterale nella tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, che insieme al potenziale turistico rappresenta un punto di forza per entrambi i Paesi coinvolti.